Cerca con google >>>>>>>

Archive for the ‘Mondo News’ Category

Le Batterie si evolvono in Litio-zolfo.

Lunedì, Giugno 15th, 2009

Un team di ricercatori dell’Università di Waterloo ha sintetizzato un prototipo di una batteria ricaricabile litio-zolfo che grazie ad una particolare struttura a livello nanoscopico è in grado, a parità di volume, di stoccare il triplo di potenza/energia rispetto ad una tradizionale batteria agli ioni di litio ma con un peso significativamente inferiore e potenzialmente più economica da produrre.

I materiali grezzi per realizzare questo tipo di batteria saranno meno dispendiosi anche se la ricerca dovrà fornire il metodo opportuno per proteggere queste batterie; infatti sarà necessario utilizzare un adeguata copertura per evitare che si inneschino reazioni non volute e potenzialmente dannose.

Per maggiori approfondimenti rimandiamo alla pubblicazione ufficiale.

Misterioso Bagliore nei cieli di Taranto…

Sabato, Giugno 13th, 2009

 Ieri un amico mi riferisce che intorno alle 20:00, mentre si trovava a parlare con una persona per strada, alzando lo sguardo al cielo assiste ad un oggetto luminoso che lasciava una scia di colore giallo. Mi dice: “l’ho visto passare tra i palazzi; in quel momento è stato visto da me e da altre due persone; era molto vicino, si muoveva in senso orizzontale e apparentemente la sua grandezza si poteva paragonare ad un camion; il tutto è durato dai 5 ai 6 sec…..poi è sparito dietro i palazzi”.

Abbiamo parlato di questo evento strano per tutta la serata. Poi questa mattina cercando su Gooogle, trovo la notizia del misterioso Bagliore….e scopro che ne sono stati testimoni centinaia di persone.

Vi riporto l’articolo tratto dal “Centro Ufologico di Taranto”:

TARANTO – Un misterioso bagliore si è verificato questa sera nei cieli di Taranto: ne sono stati testimoni centinaia di cittadini che passeggiavano sul lungomare del capoluogo jonico. Al bagliore è seguita la caduta di alcuni frammenti, precipitati in un raggio di decine di chilometri.

Decine di telefonate hanno segnalato l’episodio ai centralini di vigili del fuoco e carabinieri e nella redazione della Gazzetta del Mezzogiorno.

L’aeronautica militare ha escluso la possibilità di un incidente aereo. Resta al momento l’ipotesi di un meteorite, o di un satellite rientrato sul terra ed esploso al contatto con l’atmosfera.

SEGNALAZIONE ANCHE NEL BARESE

Un oggetto luminoso non meglio identificato sarebbe stato visto cadere da alcuni cittadini non lontano dal comune di Conversano, a una quarantina di chilometri da Bari.

La segnalazione è stata fatta verso le 20.30 con diverse telefonate al 112 e alla centrale operativa dei vigili del fuoco: chi chiamava faceva riferimento a un «oggetto luminoso» caduto dal cielo.

Anche la prefettura di Bari conferma che ci sono state queste segnalazioni. Da prime verifiche sui radar dell’Aeronautica militare pare tuttavia che non sia comparsa alcuna anomalia o presenza di velivoli in volo.

«Non ci sono elementi per poter classificare questo oggetto», ha detto in proposito il colonnello Antonio Bacile, comandante provinciale dei carabinieri confermando di aver saputo di questo avvistamento a Conversano.

«Ora – ha aggiunto – stiamo facendo verifiche incrociando i dati in possesso con quelli di altri enti. Stiamo soprattutto cercando di classificare questo oggetto».

AVVISTAMENTO ANCHE A CISTERNINO

Strano, curioso avvistamento anche nel cielo di Cisternino. “Era una palla grande, luminosa, il colore era tra l’azzurro e il verde e lasciava una scia gialla”. A parlare sono Sandra Bonilla e Anna Agrusta che erano in sosta in via Roma all’altezza del civico 12 . “Si muoveva in senso orizzontale e tutto è avvenuto molto velocemente, all’incirca nell’arco di cinque, sei secondi, ed erano le 20 e 15″. Avvistamenti simili si erano verificati anni addietro.

Cinque anni fa una maestra aveva visto una “palla” luminosa molto simile a quella di venerdì e, all’epoca si parlò di extraterrestre. Altri avvistamenti erano avvenuti ma spesso si è reticenti nel rilasciare dichiarazioni agli organi di stampa perché si diventa in poco tempo oggetto di beffa. Immediatamente dopo l’avvistamento, sulla stessa rotta della sfera luminosa, è passato un aereo e l’altitudine era la stessa.

Quando la voce è iniziata a diffondersi nel paese altri hanno affermato di avere visto il curioso oggetto volante. Sicuramente nei prossimi giorni si saprà se si è trattato di un meteorite o altro frammento celeste in caduta.

Fonte: http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_sport_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=244118&IDCategoria=1

Aggiornamento di Antonio De Comite: secondo una testimonianza raccolta in ambiente di lavoro, un collega ha avvistato un oggetto simile, è stato descritto “dalla forma di una penna, era di colore bianco con sfumature azzurrine ed emetteva delle scintille dalla parte posteriore. Era ad una quota non molto alta”. Ora dell’avvistamento ore 20:15 circa. Dal questa descrizione e quelle riportate sopra dai giornali l’ipotesi più probabile sembrerebbe quella di un bolide, fenomeno naturale. Ma il mistero non si dipana visto che i Carabinieri, della sezione provinciale di Conversano, hanno dichiarato che “non ci sono elementi per poter classificare questo oggetto”. Quindi l’oggetto resta, per il momento, un UFO (Unidentified Flying Object).

Articolo tratto dal “Centro Ufologico di Taranto”.

24 SSD da 256 GB in Raid per 6 TB di Hard Disk Ultra Veloce

Lunedì, Marzo 16th, 2009

Cosa succede se si collegano in Raid 24 Hardisk SSD per un totale di 6 TeraByte di Storage?

Succede che forse è possibile…

  • Aprire il pacchetto Microsoft Office al gran completo: 0,5 Secondi.
  • Deframmentare 6TB di Hard Disk: 3 Secondi.
  • Aprire 53 programmi dalla barra del menù stard: 18 Secondi.
  • Eseuire il rip di un DVD da 700MB: 0,8 Secondi.

Bene…La Samsung infatti ha sponsorizzato più di 16.000€ di Hard Disk allo stato solido ( 24 SSD da 256 GB l’uno ad un costo unitario di circa 700€) per effettuare un test davvero folle: creare un unico Hard Disk ultra veloce da 6TB con l’ausilio del supporto RAID (Redundant Array of Independent Disks).

Adesso, se come immagino state sbavando anche voi cari “PcInfoUsers”, gustatevi il bellissimo video:

La fine del Worm Conficker?!

Lunedì, Marzo 16th, 2009

Il Worm Conficker ha fatto parlare di sè, con più di diecimila computer infetti.

Se i dati relativi agli Stati Uniti parlano di un computer infetto ogni 100, in Paesi come Cina, Russia e Brasile il tasso di infezione si aggira intorno al 41%. Secondo gli esperti di sicurezza, a essere maggiormente colpiti sono quei Paesi in cui si trovano molte copie di Windows illegali, sulle quali gli utenti no applicano le patch.

Ma forse ora il vaccino è stato trovato e arriva dalla Romania.

BitDefender ha messo online un tool in grado - secondo le promesse della società - di rimuovere tutte le versioni del worm Conficker/Downadup, del quale spuntano continuamente nuove varianti.

Secondo il produttore rumeno, Conficker non è in grado di opporsi all’azione del tool, disabilitandolo come invece fa con il sistema di aggiornamenti automatici di Windows, il Centro Sicurezza e Windows Defender.

L’utilità di rimozione di Conficker è disponibile gratuitamente online sul sito bdtools.net, un dominio che non viene bloccato dal worm.

Usciremo dalla stato di quarantena?!

Linux in sala giochi!

Lunedì, Marzo 16th, 2009

In questa settimana si annuncia con aria di trionfo il progetto di portare le directx10 sui computer provvisti di sistema operativo GNU/Linux.Permettetemi di anteporre all’articolo le mie considerazioni:

L’idea di trasformare una linux-box in una console di gioco mi rattrista molto.

1) Non è un vero motivo per incentivare la diffusione del sistema.

2) Ci sono le OpenGL che sono state un trionfo.

Non dovete interpreatere questa mia critica come un modo di dirvi: Non giocate con il computer!

Ma perchè non comprare una console di gioco che sono più adeguate per il giocatore incallito?!

Mi piacerebbe conoscere il parere di Torvalds…..

Fatto stà che CrossOver Games di CodeWeavers e Cedega di TransGaming, stanno cercando di porre rimedio a questa situazione introducendo le directX 10 su linux.

Hotmail: Live Mail e il supporto POP3 e Smtp… la tua posta… ora sul tuo PC

Lunedì, Febbraio 16th, 2009

Da circa un mese c’è stata la cessione di Hotmail da parte di Microsft, diventando così Live Mail. Tale gruppo ha deciso (finalmente), di fornire un supporto POP3 e Smtp a tutti gli utenti di nove nazioni (le altre verranno al seguito). Tra questa nove nazioni compare, fortunatamente, anche l’Italia.

Ma come impostare il nostro client di posta elettronica al fine di scaricare la posta elettronica sul nostro Pc?? Il tutto è molto semplice.

- Aprire il client di posta (outlook, thunderbird… etc….) ed andare nelle impostazioni dell’account e  come username indicare il proprio indirizzo di posta elettronica ([email protected]) e relativa password personale;

- Indicare come server di posta in entrata pop3.live.com, sulla porta 995 e spuntando l’opzione SSL;

- Indicare come server di posta in uscita smtp.live.com, sulla porta 25 e spuntando TLS/SSL.

- Cliccare su OK o applica e riavviate il client.

Molto probabilmente avrete piccoli problemi. Per la posta in entrara provate a controllare alcune impostazioni relative alla posta elettronica sul web, seguendo due semplici consigli:

- Entrare nella posta Hotmail da web, usando il proprio Browser (IE, Firefox…):

- In alto a destra, vi sarà una scritta Opzioni, cliccateci su;

- Si aprirà un piccolo menù a tendina. Vo dovrete cliccare su altre opzioni;

- Comparirù un lista. Voi andate nella sezione “Personalizza la tua posta” e cliccate su “Impostazioni della pagina Windows Live Today” e selezionate l’opzione “Ignora la pagina Windows Live Today e vai direttamente alla Posta in arrivo”.

- Cliccate su salva.

Per la posta in uscita, provate a spuntare l’opzione  TLS ed autentificazione per il server in uscita ed eventualmente reiserite il proprio indirizzo e password di hotmail.

 

- In entrembi i casi, riavviate il client di posta ( se fosse stato gia chius, riapritelo!!!).

Il problema dovrebbe esser risolto. Così possiam evitare di usare programmi escamotage come freepops o WebMail.

Buon Lavoro.

Natale 2008: puntare sul senso anzichè sulla materialità!

Lunedì, Dicembre 8th, 2008

Secondo un articolo di Arte&Salute, le Feste natalizie sono particolarmente stressanti, ma questo lo sappiamo ormai per esperienza e gli esperti potrebbero fare a meno di ricordarci tutti gli anni di questi tempi che il Natale può arrecare danni alla salute. Sembra però che la crisi economica che stiamo vivendo renderà le festività natalizie 2008 ancora più pericolose.

Cosa accade di solito bene o male ce lo ricordiamo. Al lavoro ci sono gli ultimi lavori da finire alla svelta prima delle chiusure e magari gli inventari di fine anno. La quantità e qualità di tempo libero si riduce drasticamente, proprio quando dovremmo averne di più per andare in giro a cercare il regalo da fare ad amici e parenti, organizzare i pranzi e cene e partecipare a incontri di famiglia di “cortesia”. Non bastasse questo, ci carichiamo di un ulteriore stress pretendendo che tutto ciò che facciamo sia perfetto. Diventiamo sempre più nervosi e ci aggiriamo tra i negozi e feste superaffollati di persone con i nervi a fior di pelle quanto noi.
Così la pressione schizza ben oltre i livelli di guardia aprendo la strada, in alcuni casi, all’ipertensione, problema legato a doppio nodo con acciacchi per cuori e reni, ictus, mal di testa e osteoporosi.
Un gruppo di ricercatori della University of East London è riuscito addirittura a quantificare i rischi della frenesia da regalo, spedendo 30 persone - 15 uomini e altrettante donne - a comprare diversi regali in un tempo massimo di 75 minuti. I risultati dello studio hanno evidenziato infatti che il battito cardiaco aumenta del 10%, così come la pressione e i livelli di stress diffuso, con le donne che si lasciano angosciare più degli uomini: per loro il livello di stress triplica, mentre nei maschi si limita a raddoppiare.

Non è però solo un problema di stress e pressione alta. Tra pacchi da scartare, doni da preparare e parenti da incontrare sono sempre più in agguato anche agli attacchi di panico, pronti ad assaltare gli shopper improvvisati per il Natale.

Ma a chi per i più svariati motivi è solo, non va certo meglio: vedere tanta gente che vive in modo ancora più frenetico e apparentemente più felice e conviviale, agli occhi di chi si sente solo diventa un motivo per stare ancora peggio. Angosce e depressione si fanno più profonde spingendo con più probabilità verso gesti estremi e senza ritorno.

Insomma, il Natale rischia di far male se non ci si arriva un po’ preparati! Ad aggravare il tutto quest’anno ci si è messa anche la crisi economica. Le paure per le spese da affrontare saranno maggiori: da un lato si cerca di stringere la cinghia, ma rimane il terrore di deludere figli amici e parenti e chi si trova solo percepisce anche l’aggravante di essere solo a gestire il problema. In una parola più frustrazione per tutti.

La soluzione? Intanto già il sapere cosa ci attende nelle prossime settimane può essere d’aiuto.
I consigli sono allora di prendere il Natale con un po’ più di filosofia
. La crisi tocca tutti: chi sta relativamente bene ha paura di perdere tutto e chi già ne sta risentendo a paura di non farcela o che durerà per sempre. Inutile poi intestardirsi sul regalo perfetto: non esiste! Quindi fatevene una ragione e organizzatevi per tempo. Non tirate l’ultimo minuto perché non sarà la fretta a farvi venire l’idea geniale!

In altre parole, tutto fa pensare che quest’anno più che mai, puntare sul vero senso del Natale anziché sulla materialità che solitamente gli attribuiamo, farà bene non solo al nostro portafogli, ma anche alla nostra salute.

da Arte&Salute di Emanuela Zerbinatti.

A proposito ma oggi 8 Dicembre di che festa si tratta??? Ho visto in giro che ci sono i negozi aperti e si lavora sempre! Ormai la gente ha dimenticato il significato di ogni cosa, che tristezza!

Mettendo da parte questa vena ironica: Auguri a tutti i miei lettori!

Firefox: il Trojan mascherato!

Lunedì, Dicembre 8th, 2008

L’estensioni per il noto Browser Frefox possono diventare un arma a doppio taglio!!

Bisognerebbe sempre affidarsi ad estensioni firmate, ma a volte questa scelta diventa troppo restrittiva. Allora come fare a rimanere tranquilli? Occorre una certa attenzione a quello che si scarica e tenere il computer sempre difeso da un buon Antivirus.

Il nome dell’ennesimo trojan in circolazione è Trojan.PWS.ChromeInject.A e colpisce, ahimè, Firefox mascherandosi da estensione. Si tratta infatti di Greasemonkey (”nome d’arte”) che si esegue ad ogni riavvio del browser di Mozilla.

Che fa questo trojan? L’obiettivo è di carpire i dati sensibili inseriti dall’ignaro utente durante la navigazione: numeri di carte di credito, ad esempio, che finiscono in database russi.
Vittime illustri conta questo trojan: Poste Italiane, Fineco, Banca Mediolanum, Cassa di Risparmio di Parma, Banca Intesa, PayPal, eGold, etc.

BitDefender “dedica” un pagina al trojan con tutti i dettagli.

Il pensiero di Stellman sul Cloud Computing

Lunedì, Dicembre 8th, 2008

E’ da un pò di tempo che sentiamo parlare di Cloud Computing e ogni volta insieme a questo termine ecco che sponta qualche colosso del’Informatica.

Richard Stallman, il padre del software libero, si scaglia contro il Cloud. Afferma che l’attuale utilizzo di applicazioni web e servizi di storage online è roba da stupidi: meglio non affidare i propri dati a soggetti terzi.

L’attivista americano ha le idee chiare e in alcune sue dichiarazioni rilasciate al giornale britannico The Guardian consiglia a tutti di non affidare i propri dati al freddo server di un’azienda lontana, ma di tenerli al sicuro all’interno dei propri computer.

Secondo Stallman le aziende che nell’ultimo periodo hanno pesantemente investito per lo sviluppo di tecnologie basate sul Cloud Computing hanno in realtà intenzione di chiudere l’utente all’interno di software proprietario per poi costringerlo a pagare sempre di più nel corso degli anni per poter utilizzare i suoi stessi dati e documenti. Stallman crede fermamente che il processo che sta spingendo gli utenti a muovere i propri dati dall’altra parte del cavo, nella nuvola del Cloud Computing per l’appunto, è tutt’altro che inevitabile e che la nostra convinzione del contrario dipende solo dalla massiccia dose di marketing a cui siamo sottoposti.

La principale preoccupazione di Mr GNU riguarda il controllo dei propri dati: «utilizzando un programma proprietario o il web server di qualcun altro, si resta senza difese. Ci si mette nelle mani di chiunque abbia sviluppato quel software».

Queste sono le classiche parole che un sostenitore del free software non vorrebbe proprio sentire. E come sopprimere la libertà di pensiero e di parola, anzi dei “DATI”!

La gente presta poca attenzione all’utilizzo di certi meccanismi, rimanendo facilmente intrappolata senza accorgesene. Pensate a un Social Network come Facebook, che ha catturato quasi l’intera popolazione mondiale, facendo dimenticare ai suoi stessi utilizzatori il concetto di privacy attorno al quale ruotano tutti i cavilli legali e sociali degli Italiani. E allora? Alla stessa maniera un giorno nascerà il Mr Big Cloud della situazione che dominerà non solo una Rete di Utenti, ma anche tutte le loro risorse a cui difficilmente sapranno rinunciare! Quindi Gente apriamo bene gli occhi, altrimenti ci ritroveremo costretti non solo a non poter sceglire quale sistema operativo avere sul nostro Notebook, ma anche non poter scegliere chi avrà il possesso dei nostri Dati. Che tristezza…vero?!

Emule… torrent… P2P… alcune sigle importanti!

Giovedì, Dicembre 4th, 2008

Capita spesso si imbattersi in sigle particolari, presenti nei titoli di file video che la ricarca ci porta. Ebbene tener a mente il loro signifcato, per evitare di imbattersi in spiacevoli inconvenienti. Incominciamo:

Alcune sigle identificano l’autore (persona o gruppo di persone) che hanno prodotto il file, come ad esempio il celeberrimo SiLENT.

Altre sigle invece, contraddistingono alcuni aspetti tecnici (video e audio).

 Video:

- Cam: Video ripreso con telecamera in sala (qualità bassa).
- TS: TeleSync. Video ripreso con telecamera fissa in sala (qualità appena sufficiente).
- Scr: Solitamente in 4/3, ripreso da VHS promozionale (qualità media).
- TC: TeleCine. Video ripreso da macchinario telecine (qualità buona).
- DVDRip: Video da fonte DVD (alta qualità).
- HDDVDRip: Video da fonte DVD Alta Definizione
- DVDScr: Video da fonte DVD promozionale, con la presenza di watermarks o scene in B/N (qualità variabile, solitamente scarsa).
- DVDScreener: vecchio tag usato per identificare uno screener con video DVD
e audio MD (Si può presentare anche come DVDRip.MD).

Audio:

- MD: Mic Dubbed. Audio preso in sala tramite un microfono (qualità molto variabile, dipendente da diversi fattori - solitamente medio/scarsa).
- LD: Line Dubbed. Audio ricavato da jack diretto alla macchina da presa (qualità molto buona - la migliore dopo il dvdrip puro da DVD).
- DD: Digital Dubbed. Audio ricavato dai dischi DTS cinema. Con l’avvento dei dischi DTS2 di nuova generazione produrre questa tipologia di audio non è più possibile.

…inoltre possiam anche trovare:
- AC3:L’audio è rimasto invariato dal suo formato originario. Il file video avrà dunque le capacità audio di un DVD, con supporto di più canali e suono Dolby (massima qualità audio).
- MP3: Il codec utilizzato per la compressione audio è l’MP3 (ottima qualità, ma non paragonabile all’AC3).
Possiamo anche trovare sigle come ITA AC3 + ENG MP3. In tal caso abbiamo la lingua italiana prodotta con suono AC3, mentre quella inglese prodotta con suono MP3, switchabile mediante un click del tasto destro del mouse sul video prodotto.

Ricordiamo che scaricare e condividere file sotto copyright è totalmente illegale. Pertanto diffidiamo chiunque all’utilizzo di tale spiegazione a fini illegali.